venerdì 16 settembre 2016

I soliti partiti e il cambiamento atteso

Sono veramente troppo gli anni passati ad attendere un cambiamento sul piano politico in Italia.
Così anni fa un barlume di speranza arrivava con il partito dei "valori".
Il fatto che il quorum fosse minimo faceva già capire che non convinceva né gli elettori, né i soliti che votavano in base alle "promesse" quei partiti poi scoperti nei vari scandali.
Ma ad un certo punto, proprio quando io stessa scoprii entrandoci dentro che quel partito di valori ne aveva veramente pochi, ma di chiacchiere ne faceva più degli altri, che il suo quorum iniziava a prendere quota alzandosi.

Più emergevano elementi di dubbia moralità, più cresceva, utilizzando volti della società civile.
Una grande strategia, talmente nota che era evidente dover avere una breve durata.
Ed ecco che vidi un "impazzimento" collettivo tra chi cercava la propria poltrona e del figlio e chi quel che vedeva non lo apprezzava ma non osava contestare il capo.
Un'omertà che farebbe vergognare chiunque predica contro di essa.

Improvvisamente il giocattolo si ruppe. Evviva dio.

Report mando' in onda una puntata con cose dette e ridette da altre testate per anni, ma la puntata di report, mise la parola fine a questo partito, trasmissione più nota per il popolo di essere accanto politicamente a quel tipo di partito, mentre i giornali che per anni avevano scritto le medesime cose era visti del "nemico", per cui potenzialmente fango.

Oggi davvero siamo stufi della mala politica diventata insostenibile.
Oggi di contro abbiamo il movimento 5 stelle.
Chi vuole il cambiamento, testato essere dal 70 all'80% ed in ogni caso sopra al 50, non accetta, come non accetto io, la riesumazione di vecchie gestioni. Seppur brave persone, esse non sono configurabili con il cambiamento.
Niente compensi onerosi, chi fa un lavoro oneroso restasse li.
Niente presunzioni. Se hai sposato la causa di chi ti ha votato non puoi stravolgere l'impegno, la pena e' semplicemente essere come gli altri.

Credo di aver ampiamente descritto il mio parere e persino la similitudine con un partito già visto promettere le medesime cose, per poi decidere di dedicarsi al tema poltroni cucio sistemando i propri legali, medici di famiglia, ginecologi di famiglia, cognati, cognati del cognato, il figlio, l'amica storica, la moglie, le mogli degli amici e via discorrendo.

A conquistare l'elettorato ci vuole tanta fatica, perderlo e' un attimo. Basta una sola puntata.