sabato 18 febbraio 2017

Errori giudiziari - Gherardo Colombo

A differenza degli altri suoi ex colleghi del pool Mani Pulite, Gherardo Colombo è una persona profondamente diversa da quella che era negli anni di Tangentopoli. Si era capito già da qualche tempo, ma oggi (a 25 anni dall'arresto di Mario Chiesa) queste parole rilasciate al tg di Tv2000 ne sono la conferma più evidente.

«Sulla custodia cautelare ho cambiato il mio modo di vedere. Per quanto pensassi che il carcere dovesse essere l’extrema ratio, cioè l’ultima misura possibile e immaginabile, tuttavia pensavo che fosse educativo. Oggi non la penso più così: il carcere non solo non serve ma danneggia anche la cittadinanza. Il 70% delle persone che sono state in carcere, ci ritornano perché hanno ricommesso di nuovo il reato. Il carcere è più una scuola di criminalità che un rimedio. Per questo penso che non si possano tenere le persone in carcere per tutta la vita».

Fonte: errorigiudiziari.it


Io sostengo che il carcere è una scuola criminale da decenni. Pensavo che chi del settore lo sapesse già prima di poter solo minimamente ipotizzare che quel "mondo" con regole avverse potesse essere educativo.

Nessun commento: