lunedì 29 maggio 2017

Il bullismo dal 2000 ai giorni nostri

Del bullismo avevo scritto ampiamente alcuni anni fa. Gli episodi di bullismo non avvengono solo di nascosto ma, come spesso è accaduto, avvengono in presenza di molte persone.
Un giorno mentre ero con un avvocato assistiamo ad una scena vergognosa. Dei ragazzi
stavano picchiando e deridendo un loro coetaneo. Siamo subito intervenute. A dire il vero siamo state le uniche due persone ad intervenire. Gli altri, sebbene avessero figli qualcuno ancora doveva sposarsi, non si è scomposto, come fosse una cosa normale vedere tali scene.
Finisco più tardi il racconto affinché si capisca quanta omertà ci sia attorno a questi gravi fatti ed il motivo principale per cui molta gente non si impiccia.
Ad esempio vedono che a fregarsene per primi sono quelli che devono per legge intervenire e non tirare dritto con la macchina. Questo accadde quel giorno.

Finisco dopo di scrivere questa testimonianza poiché ora vorrei inserirne un altra che invece vede proprio gli adulti usare dei ragazzi, incentivarli alla violenza. È proprio questo è l'evento sul "bullismo" di cui avevo scritto ampiamente nel 2012.
Mandare avanti ragazzi a molestare ed aggredire una persona adulta affinché se la stessa avesse reagito gli adulti che sanno spargere voci false in giro avrebbero potuto dire in giro che era lei ad averli infastiditi.

Utilizzare gruppi di catechesi straordinaria per "caricare" dei giovani è qualcosa che a tutt'oggi il nostro ordinamento non persegue. Anzi. Tutela persino gli aggressori da chi osa denunciarli.
Farei fare dei corsi agli adulti furbetti di cui sopra tipo Schettino che da lezioni di come comportarsi in caso di attacchi di panico su pericolo di nave che affonda.

Dietro atti di bullismo c'è sempre un adulto che non educa i figli.

Segue.

Nessun commento: