mercoledì 21 giugno 2017

Sintesi parrocchia Santa Edith Stein Roma .. metodi e fatti

Lista aggressioni subite iniziate per mano della chiesa, tutto ciò che segue sono collegate a loro, per via traversa:

1) aggressioni verbali scritte, agosto 2011, sia sul blog, che sul mio gruppo Fb da membri stretti della parrocchia con frasi minacciose (tipo a buon intenditor poche parole; sarà infatti
il ragazzo che mi blocca di notte un anno dopo con altre persone e mi aggredisce.) e l'altro, un adulto, abile manipolatore di gruppi, oltre insulti scritti con affermazione del tipo: "non ti permetteremo di cambiare le cose. Qui funziona così non sarai te a cambiarle) del 31 agosto 2011 e del 1 settembre 2011. Uomo che sarà l'eminenza grigia del parroco al momento che si uniscono per concertare testimonianze inventare e reclutare fedelissimi pronto a dichiarare il falso davanti le autorità che non si accorgeranno che vanno in contrasto fra loro e verso lo stesso parroco).
(Non querelati)

- aggressione di ottobre 2011 dentro la sagrestia; ingiurie, attacchi immotivati per pretesa che non scrivessi piu nel mio blog e su Fb,
 che in parrocchia mi facevano subire; (non querelata);

- novembre 2011 diffamazione nei miei confronti da una delle perpetue, in pubblica assemblea alla presenza di circa un centinaio di parrocchiani; (non querelata).

- dicembre gennaio imposizioni del parroco a fare servizi imposti altrimenti lasciava il branco aggredirmi, fase in cui dice di proteggermi in cambio di ..... devo ubbidire a tutto ciò che mi chiede;
(Non querelato il reato c'è le carte sono in mano al pm che continua a non indagarlo);

- 12 marzo 2012, era un lunedì mattina,  il parroco al mio disperato grido di "voglio andarmene non ce la faccio più" reagisce urlando come un pazzo, si scaraventa verso di me, ero a un metro dal muro e la porta era chiusa a chiave, viene con le mani verso il mio collo. Non posso indietreggiare, faccio un passo avanti fissando lo negli occhi, ho le braccia basse. Non mi difenderò. Si blocca, mi guarda, si gira di scatto ed inizia a prendere a cazzotti e manate il vetro della sua scrivania urlando "non voglio che vai via" più e più volte tante botte ha dato; (non querelato)

- 19 marzo 2012 dopo la sfuriata di due suoi servizievoli il venerdì sera in cui gli portarono le mie stampe del blog con un episodio di maleducazione avuto con una delle segretarie, impongono al parroco di darmi una lezione chiedendo che mi cacci dalla parrocchia e che mi deve querelare per le stampe del blog chiaramente. Il lunedì convocata da lui, come mi vede entrare al corridoio (non era in ufficio e tra l'altro passavo anche su chiamata del venerdì di una certa Annamaria che mi chiese di fare colazione insieme ), fa il vago e saluta cordialmente ma il sabato era accaduto un fatto: ero rimasta chiusa fuori dalla porta del retro dopo il corso di formazione che con gli insegnanti avevamo fatto ai dipendenti della società in cui lavoravo. Dentro avevo la borsa, le chiavi di casa e della macchina, i faldoni per un valore di 20 mila euro di documentazione di cui fatture alla mano; e nessuno dei due preti mi risponderà al telefono per aprirmi, nonostante le chiavi le dia a "cani e porci". Dopo un paio di ore, da sola riesco a recuperare la mia roba e me ne vado. Lui non si segnerà di scusarsi se non appena mi vede il lunedì per la convocazione. Inizialmente parlava sereno ma quando dico "come al solito io qui valgo meno di zero" si avventa come una furia urlando che ho rotto il cazzo con la storia della discriminazione e che mi aveva vietato di scrivere nel blog e si Fb e avevo continuato a farlo. Mi dice che non sono in grado di arruffianarmi al suo soldatino che ripete essere troppo abile manipolatore di folle. Essere in grado di minacciarlo con il vicariato. Urla e mi afferra sbattendoti al muro e lanciando mi sulle sedie ecc. (Non querelo si scusa pochi giorni dopo nel frattempo era andato lui al pronto soccorso a dichiarare palpitazioni);

- 20 giugno aggressione notturna (querelo)

- 30 giugno lui minaccia me ed altra persona che se querelo aggressione mi metterà tutta la comunità contro e mi querelerà per Stalking asserisce che ha conoscenze che possono farlo; lo farà. I carabinieri (il comandante) non mi riceverà'  e non verbalizzeranno nulla su quanto riferisco al maresciallo su queste minacce. Riferite il 1 luglio 2012 con contestuale deposito di querela suo fatti del 20.

- 5-7-8 agosto 2012: aggressione pubblica uscita messa; con trappola allegata volevano che reagisco x incastrarmi, il parroco aveva chiamato i carabinieri senza neanche essere presente. Arriveranno infatti in soli 10 minuti ma li trovano me che parlo serena perché il tale che mi aveva aggredita mi fa scendere dalla macchina dicendo di aver sbagliato e vuole scusarsi. Presenti testimoni non solo i suoi parenti stretti.
Minacce di morte ed intimidazione con ingiurie davanti a testimoni (che il pm non farà interrogare); (querelati il 5 novembre 2012)

A luglio era partita la nota trappola del parroco e dei suoi fedelissimi provocazioni affinché reagisco e ho reagii sto con sms ingiuriosi a frasi del tipo mignotta, puttana, malata di mente con un tumore e pure operata per meningite.

Seguono altre querele allego dopo.
Questa e' la parrocchia che il giornale il tempo a marzo elogia sulla cronaca.  Tra parentesi con attività che non fanno.

Nessun commento: